Blog

7 Novembre 2017

Una nostra cliente ci scrive…

Succede spesso che un cliente si affezioni in modo particolare alla propria stufa Tulikivi, facendola diventare parte integrante della propria famiglia e non solo della propria abitazione. Vogliamo riportare la lettera di una nostra “amica” che, entrando a far parte della grande famiglia Tulikivi, ha voluto condividere con noi le sensazioni ed emozioni che solo una stufa caminetto Tulikivi sa donare. La signora Zaffaroni di Turate, paese in provincia di Como, lo scorso inverno ci ha inviato un suo manoscritto che descrive il rapporto che ha con la sua “Tuli”.

Turate, 13 dicembre 2010

Mancano pochi giorni a Natale… al S.S. Natale!

Sono le 18.00

L’ennesima giornata lavorativa è terminata.

Questo è il momento della giornata che preferisco… l’accensione della nostra “Tuli”… perdonatemi l’ardire… ma questo è il nomignolo della nostra stufa Tulikivi modello KTLU 2050/92.

Che magia!

Tutto ha inizio col profumo della legna, la rugosità dei tronchetti, l’accurata scelta dei legni che io, secondo il mio insindacabile giudizio, valuto i più idonei per l’occasione.

E’ un’esperienza sensoriale che coinvolge vista… udito.. olfatto… tatto!

Fiamma!

L’accensione mi ricorda il ciclo della vita degli uomini. In principio il fuoco mi sembra un bimbo… desideroso di crescere… poi diventa un adolescente… energico, sempre in movimento, un fuoco infernale che emana un calore forte, intenso… e lentamente si calma senza mai perdere la propria essenza… come un uomo sicuro di sé e riflessivo.

Rifletto…

La necessità di scaldarsi è primordiale, ancestrale. Il bisogno di sopravvivere e di star bene al caldo accomuna me all’uomo preistorico passando attraverso l’intero processo evolutivo…

Guardo la Tuli…

anzi è più corretto dire che la osservo.

La mia formazione culturale mi porta ad avere un approccio scientifico e razionale nelle diverse situazioni che mi si presentano. In questo caso mi è impossibile: mi trovo davanti a una stufa che è bella e funzionale.

Bella…

… a tal punto che, dopo ore e ore trascorse ad osservarla, rimango dell’idea che non cambierei nulla di lei; la distribuzione delle pietre ,le fughe, gli sportelli, le finiture… tutto è studiato nei minimi dettagli e mi porta a pensare che è proprio perfetta.

La tonalità dei suoi grigi non stanca mai; persino la non omogeneità della pietra, macchie di ferro più scure e di talco più chiare sono talmente naturali da esaltarne la bellezza; così come la sua semplicità che non è banale, ma frutto di una ricerca di soluzioni lineari, che contribuiscono ad accrescere il suo fascino naturale.

La sua struttura… solida ma non ingombrante, essenziale e non pesante.

Funzionale…

…2 premesse. La nostra umile dimora è disposta su due livelli… circa 70 mq a piano, con una forte dispersione termica dovuta alla mancanza di un buon isolamento perimetrale.

Impossibile da scaldare con l’ausilio dei soli termosifoni, e neppure il camino che avevamo prima, al posto della Tuli, risolveva il problema, o meglio lo faceva solo per un breve periodo di tempo.

La seconda premessa è che io sono una persona estremamente freddolosa… che sta bene quando la temperatura esterna supera i 30°!

Oggi… con un utilizzo assiduo e costante di 15-20 Kg di legna al giorno non solo abbiamo raggiunto… ma addirittura superato i 18°C… quasi senza l’ausilio dei termosifoni… Miracolo!

Una parola a questo punto va spesa anche per il tipo di calore che la Tuli ci regala…

Paragonerei il calore che produce e che progressivamente rilascia ad un abbraccio umano, quello tra una mamma e il suo neonato, un gesto pieno di dolcezza e di affetto… un calore che non stanca mai, che non da’ fastidio.

Un dolce abbraccio dal quale non ti vorresti mai staccare!

Un consiglio…

… in un mondo in cui non c’è più tempo per nulla, in cui siamo costretti a correre dalla mattina alla sera…

Fermatevi. Godetevi il vostro tempo. Godetevi la vostra vita. Godetevi il vostro camino e indugiate sulla splendida visione del fuoco prima, che lascia il posto a indescrivibili braci dai mille colori.

Li… ogni sentimento… ogni sensazione risulterà amplificata all’ennesima potenza.

Godetevi le persone che amate, la vostra famiglia, i vostri cari e i vostri amici.

Ormai è scesa la notte…

durante il vostro meritato riposo, il calore che già si era diffuso durante la giornata, si profonderà per tutta la casa e salendo lentamente per le scale vi raggiungerà durante il vostro sonno… che piacevole sensazione!!

Tulikivi è nella sua essenza armonia, dentro e fuori.

Viviamo nell’epoca del consumismo…

… in un epoca in cui compriamo un sacco di oggetti, molti dei quali non ci soddisfano.

Tulikivi è un prodotto che, è innegabile, ha un certo costo, ma è l’unico acquisto che , secondo me non solo ha soddisfatto ma addirittura ha superato le mie aspettative!

Per concludere…

… e avrete capito che il dono della sintesi non è una mia dote…

Vi confido che…

… se potessi scrivere come facevo da piccina, una lettera a Babbo Natale, chiederei di poter, una volta almeno nella vita… recarmi in Finlandia, nelle cave dove viene estratta la pietra ollare… dov’è “nata” la mia Tuli e di poter incontrare il signor Tulikivi per potergli stringere la mano e abbracciandolo dirgli… “GRAZIE”!

E mi piacerebbe augurare a tutti coloro che hanno lavorato, lavorano e lavoreranno in futuro per Tulikivi un sereno e felice Natale…

perché nel vostro lavoro c’è qualcosa di molto molto speciale… unico e MAGICO!

Tulikivi è certamente una stufa, ma è sicuramente molto più di questo.

Auguro a tutti di poterlo scoprire personalmente… un’esperienza unica.

Grazie a tutti coloro che collaborano con Tulikivi.

Con affetto e stima

Zaffaroni Tatiana


Potrebbe interessarti

cos'è il calore radiante
26 Agosto 2019

Che cos’è il calore radiante?

30 Aprile 2019

Calore radiante e benessere – parte 2

26 Marzo 2019

Calore radiante e benessere – parte 1

Chi siamo

Eurotrias S.r.l. opera nel settore dell’import-export ed è partner e distributore unico per l’Italia di alcuni grandi marchi, nel settore del riscaldamento, del benessere fisico e dell’arredo urbano. La società è stata fondata nel 1994 ed è composta da tre soci: Oskar Niedermair, Franz Chimetto e Paolo Da Damos.

L'azienda